venerdì 14 dicembre 2012

Powering the Cloud – DataCore SANsymphony-V


Nel mio incontro con DataCore, durante il recente evento Powering the cloud, ho avuto modo di parlare con Alexander Best (Director Technical Business Development).
Prima di tutto abbiamo parlato della versione 9 di SANsymphony-V (annunciata il 26 giugno) e di come si possa parlare di Software Defined Storage o virtualizzazione di storage completamente vendor independent. A questo evento il termine usato per descrive questa solutione è stato  “The Storage Hypervisor for the Cloud”. Rimando nel post successivo la discussione e i dettagli sulle funzioni specifiche di integrazione con VMware (che comunque erano state annunciate ancora l’11 settembre).
Più interessante è stata la discussione sulla roadmap delle nuove funzionalità e cambiamenti relativi alle prossime versioni.
Il primo punto trattato è stato il nuovo Windows Server 2012...

lunedì 3 dicembre 2012

Video Intervista: DataCore Software e Dell in EMEA, virtualizzazione dello storage e 'Auto-tiering' possono funzionare su tutte le linee di prodotto di storage Dell

Link: http://truebittv.truthinit.com/media-gallery-media/mediaitem/232

W. Curtis Preston discute con Pierre Aguerreberry, Direttore Alliances EMEA per DataCore, al Forum di storage Dell a Parigi, Francia. Discutono SANsymphony-V hypervisor stoccaggio e il suo strato di virtualizzazione in grado di operare su qualsiasi deposito il cliente ha installato o sceglie di acquistare (server Dell, Compellent, Equallogic, PowerVault, EMC, Fusion-io, ecc.) Discutono come DataCore vanta più di 8.000 clienti che utilizzano i loro prodotti ...

Nota: La video intervista è in inglese: http://truebittv.truthinit.com/media-gallery-media/mediaitem/232

giovedì 15 novembre 2012

Virtualizzazione in dieci minuti in Alto Adige, La rete di Brennercom -Vdi, cloud e la virtualizzazione del storage

Con lo storage hypervisor di DataCore l'It manager di Brennercom fa business continuity, servizi cloud e di virtualizzazione del desktop.

http://www.01net.it/virtualizzazione-in-dieci-minuti-in-alto-adige/0,1254,1_ART_150683,00.html


«La virtualizzazione e la gestione centralizzata fornite dallo storage hypervisor di DataCore hanno ridotto il carico di lavoro della nostra divisione It. I nuovi sistemi possono essere messi a disposizione degli utenti in 10 minuti, rispetto alle ore o giorni di set-up richiesti in passato per l'installazione e la configurazione dei sistemi fisici di storage».
A parlare è Mirko Breitenberger, responsabile della gestione It di Brennercom, società altoatesina di Ict che ha potenziato la propria infrastruttura di storage rendendola ridondante e disponibile.

Fondata nel 1998, con sede centrale a Bolzano e filiali a Trento e Verona, Brennercom opera sull'asse Milano-Monaco e sviluppa soluzioni di telecomunicazione, offre servizi di consulenza individuale e supporto tecnico.
L'offerta di servizi comprende l'accesso Internet a banda larga e ultra larga, la telefonia da rete fissa, reti virtuali private per aziende con sedi remote e soluzioni di comunicazione integrate, soluzioni di server farm, servizi di sicurezza e a valore aggiunto, il tutto anche su base cloud.

La rete di Brennercom
Brennercom ha realizzato una propria rete in fibra ottica che garantisce una capacità di trasferimento fino a 100Mbit/1Gbit, massima larghezza di banda e minimo tempo di latenza rispettando i più elevati standard.
Tramite Gigabit Ethernet l'azienda è collegata direttamente con i punti di interscambio dati Milan Internet Exchange a Milano (Mix) e il German Commercial Internet Exchange a Francoforte (De-Cix), dove risiedono gli operatori più importanti dell'economia mondiale.
Opera anche in Austria e Germania.

Vdi e cloud
I servizi It interni in Brennercom sono forniti dalla divisione Gestione It. Nel 2010 la divisione ha deciso di estendere l'infrastruttura di virtualizzazione server Vmware aggiungendo una piattaforma di virtualizzazione desktop, basata su Vmware View.
L'espansione ha richiesto un nuovo approccio alla gestione dello storage e dei dati.
Da un lato aveva in programma il potenziamento dei servizi esterni del datacenter per supportare i servizi di cloud.
La gestione centralizzata dei sistemi era uno degli obiettivi principali di questo potenziamento, oltre ad una maggior livello di alta disponibilità, conseguenza del processo di centralizzazione.
Alla luce dell'investimento previsto è stato considerato il successivo trasferimento parziale dei sistemi in una seconda sede a Trento, a 50 chilometri di distanza, per implementare, oltre all'immediata alta disponibilità, una soluzione di disaster recovery per un audit Iso a lungo perseguito.
È stato anche preso in esame il consolidamento dell'ambiente It eterogeneo dell'azienda nella sede di Bolzano.
I servizi del datacenter si basavano su un'infrastruttura Fibre Channel, mentre le singole divisioni utilizzavano l'accesso allo storage iScsi.
Oltre a macchine virtuali virtualizzate con vSphere in alcune aree è anche utilizzato come hypervisor Citrix Xenserver.

La soluzione di storage condiviso
«Eravamo alla ricerca di una soluzione estremamente flessibile che, oltre a una completa ridondanza dello storage, offrisse prestazioni elevate per supportare sia i servizi cloud che la piattaforma Vdi - ha detto Roberto Sartin, Direttore della Divisione tecnologica di Brennercom -. L'abbiamo trovata con lo storage hypervisor di DataCore. Per una soluzione ad alta disponibilità equivalente avremmo dovuto investire somme fino a tre o quattro volte superiori per una soluzione San convenzionale, senza ottenere la stessa scalabilità e l'indipendenza dall'hardware».

Il progetto
In collaborazione con il partner locale per il servizio di assistenza Datef si è passati all'attuazione del progetto.
La soluzione DataCore ha permesso innanzitutto di continuare a utilizzare il sistema di storage disponibile, un Hp Eva 4400 con 6,5 terabyte di capacità netta.
In una prima fase del progetto è stato posizionato un dispositivo identico in una seconda sala del data center ubicata in un altro piano, sono stati portati a 30 Tb, e sono stati collegati tra di loro tramite connessione Fibre Channel da 8 Gb ridondante fornita da due switch San Hp StorageWorks.
Lo storage hypervisor DataCore Sanmelody/Sansymphony-V è installato su due Hp Dl370, ciascuno dotato di due processori a 4 core e 24 Gb di Ram con Windows 2008 Server R2.
Ciascun server ha otto porte Fc per il collegamento ridondante tra storage e sistemi host.
La configurazione dei server DataCore è stata studiata in collaborazione con Datef, in particolare la dotazione di memoria Ram per ottenere una cache sufficiente per garantire elevate prestazioni sia nell'accesso a database che per i requisiti della piattaforma Vdi, in grado di gestire anche i momenti di picco, ed in generale per migliorare le prestazioni di base dell'hardware utilizzato.
Sul lato host i sistemi di storage sono collegati a due Blade Center, dotato ciascuno di quattro sistemi fisici del tipo Hp Proliant Bl460c con 96 GB di Ram.
Questi, in base alle esigenze, supportano da 140 a 160 macchine virtuali con Vmware vSphere.
Le applicazioni sono rappresentate da una combinazione di programmi per ufficio, database Oracle e Sql, Microsoft SharePoint e vari moduli Sap.

Utilizzo ottimizzato delle risorse
La funzione principale dello storage hypervisor DataCore consiste nella virtualizzazione delle risorse collegate che consente di integrare gradualmente nel pool altri hardware di storage, sempre gestiti centralmente.
Attualmente dei circa 30 terabyte disponibili, ne vengono effettivamente utilizzati 22, e circa il 90% dei dati vengono mirrorati in modalità sincrona completamente trasparente per la produzione.
L'impiego del thin provisioning integrato di DataCore permette di ottimizzare l'utilizzo delle risorse, e di creare volumi virtuali più grandi dell'effettivo spazio fisico disponibile.
Grazie all'occupazione dinamica dello spazio di memoria non sono più necessarie le configurazioni Lun manuali e si evitano i problemi dovuti alla saturazione dei sistemi.
Brennercom utilizza questo sistema, ad esempio, per la fatturazione degli ordini programmata ogni fine mese, in quanto i file log temporanei possono in breve creare problemi alla capacità di memoria, ora rapidamente risolti con l'hypervisor DataCore.

Vdi con 160 desktop
L'infrastruttura di desktop virtualizzati con Vmware View (Vdi) si basa su un sistema integrato di virtualizzazione dei server e dello storage. La decisione di adottare questa piattaforma è stata presa sulla base delle ottime esperienze avute con l'hypervisor Vmware, che permette anche di attingere a un know-how acquisito.
Gradualmente, dall'infrastruttura centralizzata circa 160 desktop sono migrati su notebook o thin client dei collaboratori per i servizi esterni e del servizio help desk.
A lungo termine i vantaggi della Vdi sono rappresentati da costi ridotti per l'hardware e dalla gestione centrale meno dispendiosa per l'installazione, l'aggiornamento e la manutenzione del relativo desktop.
«Dal lato storage, la Vdi e i server virtuali vengono supportati da un'infrastruttura DataCore a prova di guasti e sempre operativa, in grado inoltre di incrementare le prestazioni grazie ad un algoritmo di caching intelligente, che ha pienamente soddisfatto le nostre aspettative - ha dichiarato Roberto Sartin -. Con lo storage hypervisor DataCore siamo riusciti a integrare una soluzione tecnologicamente evoluta con un ampio spettro di servizi in grado di garantire i requisiti di prestazioni a breve termine e di alta disponibilità richiesti dalla nostra Vdi. Inoltre, con le funzioni integrate di migrazione e replicazione abbiamo gettato le basi per implementare in modo efficiente la soluzione pianificata di disaster recovery».

Infrastruttura per servizi di cloud
La prossima evoluzione di questo progetto, prevista entro la fine dell'anno, comprende la suddivisione e sincronizzazione dei sistemi esistenti tra i data center di Bolzano e Trento, per supportare l'attività aziendale anche in caso di catastrofe in una delle sedi.

mercoledì 14 novembre 2012

Brennercom utilizza hypervisor storage di DataCore con VMware View VDI

Brennercom ha raggiunto un nuovo livello di continuità operativa e di prestazioni nei suoi servizi VDI e Cloud utilizzando l’Hypervisor Storage SANsymphony-V di DataCore.


Facendo ricorso all’hypervisor storage SANsymphony-V, i dati aziendali vengono amministrati centralmente pur risiedendo su diverse soluzioni hardware di storage e sono sempre protetti dalle funzionalità di mirroring sincrono di DataCore. Il software di virtualizzazione di DataCore ha richiesto solamente un quarto dell’investimento che sarebbe stato necessario per una SAN basata su hardware in grado di offrire una Virtual Desktop Infrastructure (VDI) VMware View stabile e ad alte prestazioni per 160 piattaforme desktop, oltre a supportare le esigenze di storage di tutte le macchine virtuali funzionanti su VMware vSphere.


Leggi tutto: http://www.storage-backup.com/datacore/brennercom-utilizza-hypervisor-storage-di-datacore-7577/

martedì 13 novembre 2012

Dell Storage Forum Paris: DataCore Software mostra l’auto-tiering su un mix di storage composto da Compellent, Equallogic, PowerVault e Fusion-io

Nella sua veste di Petabyte Sponsor, la società spiega come sfruttare
la forza collettiva delle linee di prodotti storage di Dell

DataCore Software, azienda leader negli hypervisor storage e principale fornitore di software per la virtualizzazione dello storage, invita i partecipanti al Dell Storage Forum Paris 2012 alle sua sessione e a visitare il suo stand per scoprire come l’hypervisor storage SANsymphony™-V possa aiutare le imprese a sfruttare appieno le più recenti tecnologie di storage su disco di Dell. DataCore™ è Petabyte Sponsor dell’evento, a testimonianza della forte partnership tra le due aziende, focalizzata sulla fornitura di infrastrutture di storage più fluide e ottimizzate per i data center di qualsiasi dimensione, caratterizzate da costi contenuti e maggiori prestazioni applicative.

Gli esperti di DataCore saranno disponibili sia presso lo stand sia durante la sessione dimostrativa per illustrare ai partecipanti come l’ultima versione del software di auto-tiering sia in grado di abbinare dinamicamente i carichi di lavoro ai dispositivi di storage Dell più adatti in base a caratteristiche come le prestazioni, la capienza e i costi. In questa occasione sarà possibile scoprire anche come il software DataCore aiuti le organizzazioni IT a integrare i più recenti prodotti di Dell nelle esistenti installazioni di dischi, così come a eseguire migrazioni non distruttive dai precedenti apparati Dell alle ultime soluzioni.

Ecco i dettagli che riguardano la sessione di DataCore:

Quando: venerdì 16 novembre, 15:20 – 16:20

Titolo: Migliorare la Fluid Data Architecture di Dell grazie a DataCore Software

Relatore: Said Boukhizou

Oltre all’auto-tiering e alla migrazione all’interno dell’universo di storage Dell, SANsymphony-V permette ai clienti di Dell di eseguire provisioning, gestione e replica dei diversi asset a livello centrale, grazie a un set di comandi comune controllato da un’interfaccia utente semplice e intuitiva. L’ambiente di storage completamente virtualizzato che ne deriva porta all’utilizzo ottimale delle risorse, a una maggiore protezione dei dati e a una superiore continuità operativa.

“La partnership tra Dell e DataCore aiuta le imprese a sfruttare al meglio il valore della vasta gamma di dispositivi specializzati proposti da Dell, trovando il corretto bilanciamento tra le esigenze di velocità e crescita e gli inevitabili compromessi economici e i precedenti investimenti legati allo storage,” ha detto Carlos Carreras, Vice President of Alliances & Business Development di DataCore Software. “Coesistenza, interoperabilità e spostamento trasparente dei dati sono ora la norma”.

Un potente software di migrazione per i partner di canale di Dell

I fornitori di soluzioni e i rivenditori presenti al Dell Storage Forum possono anche trarre vantaggio dalla nuova suite di migrazione a basso costo di DataCore, ora disponibile per aiutare nella migrazione non distruttiva da dispositivi di storage proprietari alle soluzioni Dell.

Il Dell Storage Forum Paris 2012 si terrà al Marriot Rive Gauche di Parigi dal 14 al 16 novembre. In questa occasione verranno esposte le più recenti soluzioni e software per data center di Dell e dei suoi partner tecnologici, offrendo ai partecipanti l’opportunità di scambiare opinioni con i principali fornitori di soluzioni di virtualizzazione, di reti, di software e di hardware.

lunedì 12 novembre 2012

CIO Summit Europe 2012: premiata la soluzione cloud di DataCore

http://www.i-dome.com/articolo/21092-CIO-Summit-Europe-2012-premiata-la-soluzione-cloud-di-DataCore.html

Secondo Teixeira, Ceo e Presidente di DataCore, il nuovo hypervisor consente di rispondere affermativamente alla domanda se è possibile ottenere maggiore velocità dopo un processo di virtualizzazione, perché sviluppa prestazioni 5 volte superiori nelle app e supporta un carico 5 volte più impegnativo, rendendolo adatto anche per cloud service provider.
Ma Country Manager, DataCore in Italy, said the first cases of success in our country, such as the 'Rizzoli Orthopaedic Institute, which has deployed DataCore beginning of the year on your Oracle system, resulting in benefits in terms of business continuity and performance.
Marco Frigerio, Country Manager di DataCore in Italia, ha ricordato i primi casi di successo nel nostro Paese, come l' Istituto Ortopedico Rizzoli , che ha implementato DataCore all'inizio dell'anno sul proprio sistema Oracle, ottenendo vantaggi in termini di business continuity e prestazioni. The best performance, sercondo Frigerio, are obtained thanks to caching: "The machine DataCore is an x86 server, on which you can mount a large amount of RAM usable as cache, while in a system of the traditional storage Ram is limited". Le prestazioni migliori, sercondo Frigerio, sono ottenute anche grazie al caching: “ La macchina DataCore è un server x86, sul quale si può montare una grande quantità di Ram utilizzabile come cache, mentre in un sistema di storage tradizionale la Ram è limitata ”.
 
DataCore awarded "Innovation Leader of the Year" due to its storage hypervisor optimized for the private cloud, the cloud service providers and data centers of large DataCore premiata come “Innovation Leader of the Year” grazie al suo hypervisor storage ottimizzato per le cloud private, i fornitori di servizi cloud ei data center di grandi dimensioni
Il Cloud Computing è la nuova fase evolutiva di Internet ed è ormai considerato come uno dei principali abilitatori per la crescita delle aziende di tutta Europa. An evolution that transforms capacity and processing power, infrastructure, applications, processes and tools as a service, available any time, based on needs and requirements. Una evoluzione che trasforma capacità e potenza di elaborazione, infrastrutture, applicazioni, processi e strumenti sotto forma di servizio, disponibile sempre e ovunque in base a bisogni e necessità.

The 'European Union has recently developed a strategy to be achieved by 2020, which aims to stimulate the productivity of businesses and public administration Europe through cloud techL' Unione Europa ha recentemente sviluppato una strategia da realizzare entro il 2020 che si propone di stimolare la produttività delle imprese e della pubblica amministrazione europea attraverso la tecnologia cloud . One of the actions that will be made ​​to encourage the creation of a "European Partnership for cloud computing" involving Member States and industry in order to leverage the purchasing power of the public sector (20% of all spending in the field information technology) to guide the European market for cloud computing, increase the competitiveness of European providers and offer services better and cheaper in the field of e-government. Una delle azioni che intende incentivare sarà la creazione di un “ partenariato europeo per la nuvola informatica ” che coinvolga Stati membri e industria, in modo da far leva sul potere d'acquisto del settore pubblico (pari al 20% di tutta la spesa nel settore delle tecnologie dell'informazione) per orientare il mercato europeo del cloud computing, incrementare la competitività dei provider europei e offrire servizi migliori e più convenienti in ambito di e-government.

Cloud computing is thus destined to become the "core" of the corporate work system of the future, because thanks to the "cloud computing" many companies of any size can increase the efficiency of their organization. Il cloud computing è quindi destinato a diventare il “core” del sistema lavorativo aziendale del futuro , anche perché grazie alla “nuvola informatica” numerose imprese di qualsiasi dimensione potranno aumentare l'efficienza della loro organizzazione. The report ESG Lab Validation of the company, a service of testing and analysis objective and independent of the ability of a product, for example, notes that the workload of Microsoft SQL Server and Exchange see improved performance up to almost five times more than similar loads managed non-virtualized physical servers. Il report Lab Validation della società ESG , un servizio di test e analisi oggettiva e indipendente delle capacità di un prodotto, rileva ad esempio che i carichi di lavoro di Microsoft SQL Server ed Exchange vedono prestazioni migliorate fino a quasi cinque volte rispetto a carichi simili gestiti da server fisici non virtualizzati.

Knows DataCore Software, the leader in storage hypervisor and leading provider of storage virtualization software, which recently was awarded the "Innovation Leader of the Year" at the CIO Summit Europe 2012. Lo sa bene DataCore Software , leader negli hypervisor storage e principale fornitore di software per la virtualizzazione dello storage, che recentemente è stata premiata come “ Innovation Leader of the Year ” al CIO Summit Europe 2012 . The event in Frankfurt is a stage that brings together over 60 first line managers who work as CIO in companies across Europe to develop strategies for dealing with IT issues and share best practices and information on major issues. L'evento di Francoforte è un palcoscenico che riunisce oltre 60 dirigenti di primo livello che operano come CIO in aziende di tutta Europa per mettere a punto le strategie con cui affrontare i problemi IT e condividere best practices e informazioni sulle tematiche più importanti . CIOs and analysts IDC, event partners, focused on the challenges of data management, the ever-present theme of cloud computing and the enormous amount of regulations and safety requirements that surround it, also meeting suppliers solutions that best meet their needs. I CIO e gli analisti di IDC, partner dell'evento, si sono concentrati sulle sfide legate alla gestione dei dati, sul sempre presente tema del cloud computing e sull'enorme quantità di regolamenti e requisiti di sicurezza che lo circondano, incontrando anche i fornitori di soluzioni che meglio possono soddisfare le loro esigenze.

DataCore, appearing with workshops and face to face meetings, has made ​​inroads on a large number of IOC delegates: "The IDC analysts and top executives from more than 60 European IT departments - said Marc Baker, EMEA CIO Summit Director at GDS International - chose DataCore thanks to the 9.0 version of its hypervisor optimized for Cloud Storage for the private cloud, the cloud service providers and data centers large. " DataCore, presentatosi con workshop e incontri faccia a faccia, ha fatto breccia su un gran numero di CIO e delegati: “ Gli analisti di IDC ei massimi dirigenti di oltre 60 dipartimenti europei IT – ha detto Marc Baker , EMEA CIO Summit Director di GDS International - hanno scelto DataCore grazie alla versione 9.0 del suo hypervisor Storage per la Cloud ottimizzato per le cloud private, i fornitori di servizi cloud ei data center di grandi dimensioni ”. In particular, the Hypervisor Storage for Cloud called SANsymphony-V, optimizes the management of the storage pool, mirrored on different sites for the high-availability features Continuous Data Protection (CDP) feature for quick recovery of application, auto-tiering enterprise-level storage flash and SSD caching adaptive increase significantly the performance, data transfer and availability of virtualized enterprise applications such as SAP, Oracle, Microsoft SQL, Microsoft SharePoint and Microsoft Exchange. In particolare, l'Hypervisor Storage per la Cloud denominato SANsymphony-V , ottimizza la gestione del pool di storage, il mirroring su siti diversi per l'elevata disponibilità, le funzionalità di protezione continua dei dati (CDP) automatica per un ripristino veloce degli applicativi, l'auto-tiering a livello enterprise dello storage flash su SSD e le funzionalità di caching adattativo che incrementano in modo significativo le prestazioni, la velocità di trasferimento dati e la disponibilità di applicazioni aziendali virtualizzate come SAP, Oracle, Microsoft SQL, Microsoft SharePoint e Microsoft Exchange.
SANsymphony-V is a virtualization solution that constantly monitors the behavior of the I / O (input / output) and automatically choose intelligently and in real time whether to use the cache memory of the server, storage, flash or traditional hard drives, ensuring that workloads are assigned, based on the priority and urgency, class or level of storage most appr
SANsymphony-V è una soluzione di virtualizzazione che tiene sotto costante controllo il comportamento dell'I/O ( input / output ) e sceglie automaticamente in modo intelligente e in tempo reale se avvalersi delle cache di memoria dei server, dello storage flash o dei tradizionali dischi fissi, assicurando così che i carichi di lavoro vengano assegnati, in base alle priorità e all'urgenza, alla classe o al livello di storage più adeguato.

Booth # 2 "DataCore Software: Elevator to the Cloud" (DataCore Software: a lift to the cloud), in collaboration with its distribution partners ADN, the software company has shown thousands of customers, after their existing storage virtualized by SANsymphony-V, have reported significantly improved performance, with a time of continuous operation more than 99.999%. Presso lo stand #2 “ DataCore Software: Elevator to the Cloud ” (DataCore Software: un ascensore per la cloud), in collaborazione con il suo partner per la distribuzione ADN , l'azienda di software ha dimostrato come migliaia di clienti, dopo avere virtualizzato il loro storage esistente tramite SANsymphony-V, abbiano registrato prestazioni notevolmente più elevate, con un tempo di funzionamento ininterrotto superiore al 99,999% . Visible improvements in terms of power of cache servers, solid state drives (SSD) and storage assets in the company that allow owners of the application that you no longer need storage infrastructures "disposable" and support much higher costs to achieve their performance objectives and continuous operation. Miglioramenti visibili in termini di potenza delle cache dei server, dei dischi a stato solido (SSD) e degli asset di storage presenti in azienda che permettono ai proprietari dell'applicazione di non aver più bisogno di infrastrutture di storage “usa e getta” e di sostenere costi molto più elevati per raggiungere i loro obiettivi di prestazioni e funzionamento ininterrotto. It is a solution that is transforming the economic metrics of virtualization in organizations of all sizes around the world, offering flexibility, performance, scalability and value, regardless of storage hardware used. Si tratta di una soluzione che sta trasformando le metriche economiche della virtualizzazione nelle organizzazioni di tutte le dimensioni a livello mondiale, offrendo flessibilità, prestazioni, valore e scalabilità, indipendentemente dall'hardware di storage utilizzato. "We are very pleased with the award received at the CIO Summit 2012 - said Stefan von Dreusche, Sales Director EMEA, Central Europe Region - which testifies to the level of adoption and market penetration of our technology storage hypervisor, also used in big companies dimensions. "Siamo molto soddisfatti del premio ricevuto al CIO Summit 2012 - ha detto Stefan von Dreusche , Sales Director EMEA, Central Europe Region - che testimonia il livello di adozione e di diffusione sul mercato della nostra tecnologia di hypervisor storage, utilizzata anche in imprese di grandi dimensioni ”.
According to Teixeira, CEO and President of DataCore, the new hypervisor can answer yes to the question if you can get faster after a process of virtualization, it provides performance 5 times higher in the app and supports a load 5 times more challenging and makes it suitable for cloud service provid
SANsymphony-V 9.0 is available from July in five different levels of virtualization, able to adapt to installations very large as well as small pilot programs or local bSANsymphony-V 9.0 è disponibile da luglio in cinque diversi livelli di virtualizzazione , in grado di adattarsi a installazioni di dimensioni molto grandi così come a piccoli programmi pilota oa filiali locali. Next to the main solution DataCore has also made ​​available SANsymphony-V Disk Migration Suite designed to significantly reduce the time, effort and downtime required to migrate the contents of disks and VMs between devices and storage systems. Accanto alla soluzione principale DataCore ha reso disponibile anche SANsymphony-V Disk Migration Suite progettata per ridurre in modo significativo le ore, gli sforzi ei downtime necessari a migrare il contenuto dei dischi e le VM tra i dispositivi ei sistemi di storage.

DataCore's experience shows that support the development of cloud computing and its potential to spread is the ideal solution in the storage and sharing of data, currently made problematic the lack of a standardized and consistent environment in all countriL'esperienza di DataCore dimostra che supportare lo sviluppo del cloud computing e diffondere tutte le sue potenzialità costituisce la soluzione ideale anche nella conservazione e condivisione dei dati, resa attualmente problematica della mancanza di un contesto standardizzato e omogeneo in tutti i Paesi. Therefore, the EU's strategy aimed at increasing the dissemination of cloud to encourage the development of common standards is acceptable and desirable for European companies and for SMEs in particular, so they can enjoy the benefits of greater efficiency of the IT infrastructure and processes. Pertanto, la strategia dell'Unione Europea orientata a una maggiore diffusione del cloud per incoraggiare lo sviluppo di standard comuni è condivisibile e auspicabile per le aziende europee e per le Piccole e Medie Imprese in particolare, che potranno usufruire così dei vantaggi derivanti da una maggiore efficienza dell'infrastruttura IT e dei processi.

giovedì 1 novembre 2012

DataCore premiata come “Innovation Leader of the Year” al CIO Summit 2012

I delegati del CIO Summit 2012 e gli analisti IDC scelgono l’hypervisor storage SANsymphony-V 9.0

DataCore Software, leader negli hypervisor storage e principale fornitore di software per la virtualizzazione dello storage, è stata premiata come “Innovation Leader of the Year” al CIO Summit Europe 2012. Gli analisti di IDC e i massimi dirigenti di oltre 60 dipartimenti europei IT hanno scelto DataCore grazie alla versione più recente, la 9.0, del suo hypervisor storage SANsymphony™-V, “L’Hypervisor Storage per la Cloud” ottimizzato per le cloud private, i fornitori di servizi cloud e i data center di grandi dimensioni.

“Il CIO Summit Europe 2012 di Francoforte ha riunito oltre 60 dirigenti di primo livello che operano come CIO in aziende di tutta Europa. Questo è il palcoscenico dove i massimi responsabili si confrontano direttamente analizzando gli obiettivi gestionali e incontrano i fornitori di soluzioni che meglio possono soddisfare le loro esigenze,” ha detto Marc Baker, EMEA CIO Summit Director di GDS International. “Uno dei più interessanti partecipanti all’evento 2012 è stata DataCore, che con il suo workshop e con gli incontri faccia a faccia ha realmente colpito un gran numero di CIO e delegati. A DataCore vanno quindi le nostre congratulazioni per avere conquistato il titolo di ‘Innovation Leader of the Year’ grazie a SANsymphony-V 9.0”.

Presentato a giugno 2012, DataCore SANsymphony™-V 9.0 offre ai clienti una maggiore flessibilità, potenti funzioni di automazione e un eccezionale valore. Questa soluzione sta trasformando le metriche economiche della virtualizzazione nelle organizzazioni di tutte le dimensioni a livello mondiale, offrendo flessibilità, prestazioni, valore e scalabilità, indipendentemente dall’hardware di storage utilizzato. “L’Hypervisor Storage per la Cloud” ottimizza la gestione del pool di storage, il mirroring su siti diversi per l’elevata disponibilità, le funzionalità di protezione continua dei dati (CDP) automatica per un ripristino veloce degli applicativi, l’auto-tiering a livello enterprise dello storage flash su SSD e le funzionalità di caching adattativo che incrementano in modo significativo le prestazioni, la velocità di trasferimento dati e la disponibilità di applicazioni aziendali virtualizzate come SAP, Oracle, Microsoft SQL, Microsoft SharePoint e Microsoft Exchange.

“Siamo molto soddisfatti del premio ricevuto al CIO Summit 2012, che testimonia il livello di adozione e di diffusione sul mercato della nostra tecnologia di hypervisor storage, utilizzata anche in imprese di grandi dimensioni.” ha detto Stefan von Dreusche, Sales Director EMEA, Central Europe Region.

Al CIO Summit di ottobre 2012, 65 dei più influenti CIO europei hanno partecipato all’ottavo Chief Information Officer Summit Europe (CIO EU 8) per mettere a punto le strategie con cui affrontare i problemi IT e condividere best practices e informazioni sulle tematiche più importanti. I CIO e gli analisti di IDC, partner dell’evento, si sono concentrati sulle sfide legate alla gestione dei dati, sul sempre presente tema del cloud computing e sull’enorme quantità di regolamenti e requisiti di sicurezza che lo circondano. https://twitter.com/cioeurope  / http://pic.twitter.com/xHdhqkAd

martedì 30 ottobre 2012

SNW Europe 2012 Platinum Sponsor DataCore Software: Come le nuove soluzioni di storage permettono alle organizzazioni di reinventarsi

“Migliaia di clienti di tutta Europa hanno già ottenuto convincenti risultati e vantaggi in termini di produttività grazie a DataCore SANsymphony-V,” dichiara Christian Hagen, Vice President e Managing Director EMEA. “L’hypervisor storage di DataCore migliora enormemente gli aspetti economici e sfrutta tutta la potenza delle cache dei server, dei dischi a stato solido (SSD) e degli asset di storage già presenti in azienda in modo che i proprietari dell’applicazione non abbiano più bisogno di infrastrutture di storage ‘usa e getta’ e di sostenere costi molto più elevati per raggiungere i loro obiettivi di prestazioni e funzionamento ininterrotto.”


30 ottobre: 11:20 - 11:50, Discorso di apertura
Come le nuove soluzioni di storage permettono alle organizzazioni di reinventarsi
Christian Hagen, Vice President EMEA & Managing Director, DataCore Software
Hands-On-Labs: 30 ottobre: 11:55 - 12:55 & 15:20 - 16:20 e 31 ottobre: 11:20 - 12:20
Come configurare una SAN con SANsymphony-V, l’unico vero hypervisor storage
Christian Marczinke, Director Strategic Systems Engineering & Chief Solutions Architect EMEA

 
30 ottobre: 14:40 - 15:00, Sessione principale
Velocizzare la transizione verso un’infrastruttura di storage virtualizzata e reattiva
Alexander Best, Director Technical Business Development EMEA, DataCore Software

31 ottobre: 10:15 – 10:50, Aggiornamenti:
SANsymphony™- V 9.0 – Cosa c’è di nuovo nell’hypervisor storage per l’impresa
Alexander Best, Director Technical Business Development EMEA, DataCore Software

Sessioni con presentazioni, demo pratiche e “cose importanti e nuove da sapere”
All’SNW Europe, con il motto “Un ascensore per la cloud”, DataCore mostrerà la versatilità funzionale e la scalabilità delle prestazioni del suo hypervisor presso lo stand #2 e nell’Hands-On-Lab. Il programma di conferenze come Platinum Sponsor è completato dal discorso di apertura di Christian Hagen, Vice President e Managing Director EMEA, e da ulteriori presentazioni e demo sull’architettura delle infrastrutture di storage virtuali e dinamiche.

Altre novità e funzionalità DataCore in mostra:
In occasione dell’evento, DataCore mette sotto i riflettori anche:
• L’impegno dei nuovi partner produttori di sistemi e di DataCore per lavorare insieme nel realizzare un ecosistema di versioni a valore aggiunto dell’hypervisor storage focalizzate sulle appliance, che siano in grado di rispondere a ogni singola esigenza dei clienti.
• Nuovi fornitori di servizi cloud (CSP) e hoster che utilizzano SANsymphony-V sfruttando il Programma per i Cloud Service Provider di DataCore.
• L’aggiornamento 9.0.1 di SANsymphony-V reso disponibile questo mese per supportare gli host applicativi Windows Server 2012 e una nuova release in via di definizione che dovrebbe arrivare all’inizio del prossimo anno per supportare l’esecuzione di SANsymphony-V su Windows Server 2012.
• Come sfruttare i benefici di VMware SRM e VAAI su batterie di storage eterogenee e l’annuncio di una versione di aggiornamento del plug-in vSphere che supporta la “storage reclamation” e permette agli amministratori VMware di controllare e pianificare i servizi di SANsymphony-V, il provisioning, la cattura delle istantanee e le attività direttamente dalla loro VMware vCenter Server Management Platform.
• Un ripristino più semplice da realizzare e che richiede meno tempo grazie alla protezione continua dei dati (CDP), che permette di tornare velocemente a un preciso momento temporale ripristinando i carichi di lavoro di primo livello e le VM critiche per l’azienda.
• Un’anteprima su sistemi di storage SAN/NAS unificati e proposti come “data center in scatola” integrati da un partner e su un’architettura di riferimento per Virtual Desktop Server preconfezionata che offre i costi e i vantaggi prestazionali derivanti dall’esecuzione di Microsoft Hyper-V e di DataCore SANsymphony-V residenti sulla stessa piattaforma.

lunedì 29 ottobre 2012

SNW Europe 2012: DataCore presenta “Cosa c’è di nuovo nell’hypervisor storage per l’impresa”

DataCore è Platinum Sponsor di SNW Europe, Datacenter Technologies & Virtualization World 2012, dove presenterà il discorso di apertura. Allo stand #2 verranno esposte le ultime novità
e si potrà scoprire perché migliaia di clienti hanno scelto di utilizzare la soluzione DataCore Software






In occasione dell’evento SNW Europe, Datacenter Technologies & Virtualization World 2012, DataCore Software, leader negli hypervisor storage e principale fornitore di software per la virtualizzazione dello storage, mostrerà al pubblico molte delle potenti funzionalità per la gestione dello storage del suo SANsymphony™-V 9.0, “L’Hypervisor Storage per la Cloud”. Tra queste ci sono le “mappe termiche” e gli strumenti per identificare i colli di bottiglia dello storage e per ottimizzare la gestione del pool di storage, il mirroring su siti diversi per l’elevata disponibilità, le funzionalità di protezione continua dei dati (CDP) automatica per un ripristino veloce degli applicativi, l’auto-tiering a livello enterprise dello storage flash su SSD e le funzionalità di caching adattativo che incrementano in modo significativo le prestazioni, la velocità di trasferimento dati e la disponibilità di applicazioni aziendali virtualizzate che fanno ampio uso dell’I/O, come SAP, Oracle, Microsoft SQL, Microsoft SharePoint e Microsoft Exchange. Visitando lo stand #2, che riporta il motto “DataCore Software: Elevator to the Cloud” (DataCore Software: un ascensore per la cloud), si può comprendere come migliaia di clienti abbiano registrato prestazioni notevolmente più elevate, con un tempo di funzionamento ininterrotto superiore al 99,999%, dopo avere virtualizzato il loro storage esistente tramite SANsymphony-V.

“Migliaia di clienti di tutta Europa hanno già ottenuto convincenti risultati e vantaggi in termini di produttività grazie a DataCore SANsymphony-V,” dichiara Christian Hagen, Vice President e Managing Director EMEA. “L’hypervisor storage di DataCore migliora enormemente gli aspetti economici e sfrutta tutta la potenza delle cache dei server, dei dischi a stato solido (SSD) e degli asset di storage già presenti in azienda in modo che i proprietari dell’applicazione non abbiano più bisogno di infrastrutture di storage ‘usa e getta’ e di sostenere costi molto più elevati per raggiungere i loro obiettivi di prestazioni e funzionamento ininterrotto.”

Senza colli di bottiglia nell’I/O dei data center virtualizzati e cloud, la virtualizzazione non ha rivali
“L’impatto sulle prestazioni di DataCore si è rivelato notevole in tutte le metriche utilizzate. Ancora più impressionante è stato verificare quanto SANsymphony-V semplifichi la gestione e quanto aumenti la resilienza dello storage del data center. La capacità disco viene messa a disposizione con un singolo clic del mouse e tutti i più comuni errori commessi normalmente durante la configurazione, la messa a punto e l’impostazione dei migliori percorsi per l’elevata disponibilità vengono automaticamente corretti come per magia,” ha detto Tony Palmer, Senior Engineer e Analista di ESG Lab.

Nel report Lab Validation di ESG, i risultati dei benchmark hanno confermato che i carichi di lavoro di Microsoft SQL Server ed Exchange vedono prestazioni migliorate fino a quasi cinque volte rispetto a carichi simili gestiti da server fisici non virtualizzati.

Per incrementare ulteriormente la reattività delle applicazioni di primo livello, le aziende spesso spendono troppo denaro in SSD basati su memorie flash. La funzionalità di auto-tiering di SANsymphony-V e quella di caching adattativo ottimizzano le prestazioni e l’utilizzo di queste costose risorse facendole lavorare a braccetto con normali dischi fissi di capienza più elevata e prezzo più contenuti. SANsymphony-V tiene sotto costante controllo il comportamento dell’I/O e sceglie automaticamente in modo intelligente e in tempo reale se avvalersi delle cache di memoria dei server, dello storage flash o dei tradizionali dischi fissi, assicurando così che i carichi di lavoro vengano assegnati, in base alle priorità e all’urgenza, alla classe o al livello di storage più adeguato.

Sessioni con presentazioni, demo pratiche e “cose importanti e nuove da sapere”
All’SNW Europe, con il motto “Un ascensore per la cloud”, DataCore mostrerà la versatilità funzionale e la scalabilità delle prestazioni del suo hypervisor presso lo stand #2, in collaborazione con il suo partner per la distribuzione ADN e nell’Hands-On-Lab. Il programma di conferenze come Platinum Sponsor è completato dal discorso di apertura di Christian Hagen, Vice President e Managing Director EMEA, e da ulteriori presentazioni e demo sull’architettura delle infrastrutture di storage virtuali e dinamiche.

Il programma:
30 ottobre: 11:20 - 11:50, Discorso di apertura
Come le nuove soluzioni di storage permettono alle organizzazioni di reinventarsi
Christian Hagen, Vice President EMEA & Managing Director, DataCore Software

30 ottobre: 14:40 - 15:00, Sessione principale
Velocizzare la transizione verso un’infrastruttura di storage virtualizzata e reattiva
Alexander Best, Director Technical Business Development EMEA, DataCore Software

31 ottobre: 10:15 – 10:50, Aggiornamenti:
SANsymphony™- V 9.0 – Cosa c’è di nuovo nell’hypervisor storage per l’impresa
Alexander Best, Director Technical Business Development EMEA, DataCore Software

Hands-On-Labs: 30 ottobre: 11:55 - 12:55 & 15:20 - 16:20 e 31 ottobre: 11:20 - 12:20
Come configurare una SAN con SANsymphony-V, l’unico vero hypervisor storage
Christian Marczinke, Director Strategic Systems Engineering & Chief Solutions Architect EMEA

Altre novità e funzionalità DataCore in mostra:
In occasione dell’evento, DataCore mette sotto i riflettori anche:

• L’impegno dei nuovi partner produttori di sistemi e di DataCore per lavorare insieme nel realizzare un ecosistema di versioni a valore aggiunto dell’hypervisor storage focalizzate sulle appliance, che siano in grado di rispondere a ogni singola esigenza dei clienti.
• Nuovi fornitori di servizi cloud (CSP) e hoster che utilizzano SANsymphony-V sfruttando il Programma per i Cloud Service Provider di DataCore.
• L’aggiornamento 9.0.1 di SANsymphony-V reso disponibile questo mese per supportare gli host applicativi Windows Server 2012 e una nuova release in via di definizione che dovrebbe arrivare all’inizio del prossimo anno per supportare l’esecuzione di SANsymphony-V su Windows Server 2012.
• Come sfruttare i benefici di VMware SRM e VAAI su batterie di storage eterogenee e l’annuncio di una versione di aggiornamento del plug-in vSphere che supporta la “storage reclamation” e permette agli amministratori VMware di controllare e pianificare i servizi di SANsymphony-V, il provisioning, la cattura delle istantanee e le attività direttamente dalla loro VMware vCenter Server Management Platform.
• Un ripristino più semplice da realizzare e che richiede meno tempo grazie alla protezione continua dei dati (CDP), che permette di tornare velocemente a un preciso momento temporale ripristinando i carichi di lavoro di primo livello e le VM critiche per l’azienda.
• Un’anteprima su sistemi di storage SAN/NAS unificati e proposti come “data center in scatola” integrati da un partner e su un’architettura di riferimento per Virtual Desktop Server preconfezionata che offre i costi e i vantaggi prestazionali derivanti dall’esecuzione di Microsoft Hyper-V e di DataCore SANsymphony-V residenti sulla stessa piattaforma.

Ulteriori motivi per registrarsi e visitare DataCore allo stand #2:
Ingresso gratuito: Registrati* utilizzando lo speciale codice di registrazione di DataCore Software: S4M12
*Riservato a professionisti IT o partner di canale. La registrazione permette l’ingresso a tutti i tre eventi.

Prova l’hypervisor storage di DataCore: chiavi di licenza gratuite di SANsymphony-V
Scarica una versione di prova gratuita per 30 giorni di SANsymphony-V dall’indirizzo: www.datacore.com/Software/Closer-Look/Demos.aspx

Gli esperti di VMware e Microsoft possono ottenere una licenza gratuita NFR
(non commerciale) per l’hypervisor storage

Fermati allo stand e chiedi ai rappresentanti DataCore come ottenere una chiave di licenza gratuita NFR (Not For Resale, non commerciale) per l’hypervisor storage DataCore SANsymphony-V. Questa offerta è limitata agli esperti certificati e ai formatori di VMware e Microsoft.

Per fissare un appuntamento con i rappresentanti DataCore contattate Cynthia Carta ADV. 3385909592 -0245484666 ccarta@kprglobal.com

01Net.CIO: Ai Cio europei piace SANsympony-V 9.0

L'hypervisor storage di DataCore riconosciuto da 65 Cio come soluzione per l'innovazione.

DataCore Software è stata premiata come Innovation Leader of the Year al Cio Summit Europe 2012 di Francoforte dagli analisti di Idc e da 65 Cio per la versione più recente dell’hypervisor storage Sansymphony-V.

Presentato a giugno Sansymphony -V 9.0 propone flessibilità e funzioni di automazione per trasformare le metriche economiche della virtualizzazione.

L’hypervisor storage per il cloud della società guidata da George Teixeira (nella foto) ottimizza la gestione del pool di storage, esegue il mirroring su siti diversi, ha funzionalità di protezione continua dei dati automatica per un ripristino veloce degli applicativi, auto-tiering a livello enterprise dello storage flash su Ssd e funzionalità di caching adattativo per le prestazioni, il trasferimento dati e la disponibilità di applicazioni aziendali virtualizzate come Sap, Oracle, Microsoft Sql, SharePoint ed Exchange.
DataCore Awarded 'Innovation Leader at CIO 2012 Summit'

sabato 20 ottobre 2012

DataCore incrementa notevolmente le prestazioni applicative e cambia in modo sostanziale le metriche economiche dello storage e delle nuove tecnologie flash SSD

“DataCore incrementa notevolmente le prestazioni applicative e cambia in modo sostanziale le metriche economiche dello storage e delle nuove tecnologie flash SSD, permettendo nella fase di trasformazione in cloud private di virtualizzare in modo economico le applicazioni aziendali che ricorrono in modo intensivo all’I/O,” ha detto George Teixeira, CEO e Presidente di DataCore Software.

I benchmark e le testimonianze del mondo reale confermano che DataCore incrementa
le prestazioni applicative ed elimina i colli di bottiglia critici nei data center virtualizzati
SANsymphony™-V 9.0, la più recente versione del suo prodotto di punta, aumenta le prestazioni, la velocità del trasferimento dati e la disponibilità delle applicazioni virtualizzate di primo livello come SAP, Oracle, Microsoft SQL Server, Microsoft SharePoint e Microsoft Exchange. Dopo avere virtualizzato lo storage esistente tramite SANsymphony-V, i clienti registrano prestazioni fino a cinque volte più veloci e un uptime superiore al 99,999%.

Prestazioni scadenti e fermi macchina causati da colli di bottiglia nell’I/O sono il motivo principale per cui le imprese rinunciano alla virtualizzazione delle applicazioni di primo livello che fanno un uso intensivo dell’I/O. SANsymphony-V supera questo problema utilizzando un sistema di caching adattativo indipendente dal dispositivo e tecniche per l’incremento delle prestazioni in grado di assorbire carichi di lavoro estremamente variabili. Questo consente alle applicazioni di funzionare più velocemente in modalità virtualizzata.

“L’impatto sulle prestazioni di DataCore si è rivelato notevole in tutte le metriche utilizzate. Ancora più impressionante è stato verificare quanto SANsymphony-V semplifichi la gestione e quanto aumenti la resilienza dello storage del data center. La capacità disco viene messa a disposizione con un singolo clic del mouse e tutti i più comuni errori commessi normalmente durante la configurazione, la messa a punto e l’impostazione dei migliori percorsi per l’elevata disponibilità vengono automaticamente corretti come per magia,” ha detto Tony Palmer, Senior Engineer e Analista di ESG Lab. Per conoscere meglio il parere di Palmer è disponibile un video visibile a questo indirizzo: http://storagetv.org/datacore/testvideo.php?vidkey=222.

Nel report Lab Validation di ESG, i risultati dei benchmark confermano che i carichi di lavoro di Microsoft SQL Server ed Exchange vedono prestazioni migliorate fino a quasi cinque volte. A dimostrazione dell’efficienza di prestazioni e costi, SANsymphony-V ha consentito ai sistemi di supportare più di 1.500 utenti, rispetto ai soli 322 utenti gestiti da server fisici non virtualizzati.

Sfruttare lo storage flash in modo redditizioper ottenere prestazioni applicative ancora più elevate
Per incrementare ulteriormente la reattività delle applicazioni di primo livello, le aziende spesso spendono troppo denaro in SSD basati su memorie flash. La funzionalità di auto-tiering di SANsymphony-V ottimizza l’utilizzo di queste costose risorse facendole lavorare a braccetto con normali dischi fissi di capienza più elevata e prezzo più contenuti. SANsymphony-V tiene sotto costante controllo il comportamento dell’I/O e sceglie automaticamente in modo intelligente e in tempo reale se avvalersi della cache della memoria dei server, dello storage flash o dei tradizionali dischi fissi, assicurando così che i carichi di lavoro vengano assegnati, in base alle priorità e all’urgenza, alla classe o al livello di storage più adeguato. Il risultato è costituito da prestazioni ed efficienza dei costi nelle applicazioni di primo livello che non temono confronti.

I clienti di tutto il mondo stanno aumentando le prestazioni, migliorando la disponibilità
e riducendo i costi di storage delle loro applicazioni virtualizzate di primo livello

“SAP si è rivelata l’elemento critico del progetto, perché il sistema SAP posiziona i carichi più elevati e le richieste più consistenti sia sul fronte delle prestazioni sia su quello della disponibilità,” ha detto Jurgen Bechtel, CIO di MENNEKES, azienda tedesca leader nella realizzazione di prodotti elettrici. “Il risultato è stato però molto positivo: oggi SAP gira su Datacore con prestazioni più elevate rispetto a quelle offerte dai nostri precedenti sistemi di storage. La soluzione DataCore lo ha reso possibile con semplicità.”

“Da quando abbiamo iniziato a usare DataCore sul fronte storage per virtualizzare le nostre applicazioni di primo livello, siamo tornati con forza sul nostro progetto di virtualizzazione,” ha detto Pablo Palma, Information Technology Manager di The MLS™.com. “Prima, i colli di bottiglia e i malfunzionamenti nell’I/O erano continuamente presenti, specialmente nei server web, nei file server e sei server SQL. Ora siamo in grado di gestire circa il 300% in più di transazioni rispetto a prima, utilizzando lo stesso hardware. In più, il nostro pool di dischi è completamente ridondato, offrendoci la possibilità di eseguire aggiornamenti ed espansioni senza dover bloccare il lavoro degli utenti.”

“Abbiamo virtualizzato Exchange, SQL Server e SharePoint in tutti i i nostri progetti DataCore/VMware, e in tutti i casi le prestazioni di queste applicazioni si sono dimostrate straordinarie,” ha detto Jim Krantz, Presidente di Krantz Secure Technologies.

Maggiori informazioni sulla virtualizzazione e il funzionamento di applicazioni di primo livello che fanno uso intensivo dell’I/O sono disponibili a questo indirizzo:
http://www.datacore.com/Solutions/Applications.aspx.

DataCore Software annuncia che SANsymphony-V è certificato VMware Ready
SANsymphony-V di DataCore è ora certificato VMware Ready e si integra in modo trasparente con:
• VMware vSphere® 5
• VMware vSphere® Storage APIs for Array Integration (VAAI)
• VMware vCenter™ Server
• VMware vCenter Site Recovery Manager™ (SRM)

I vantaggi di VMware SRM e VAAI disponibili su batterie di storage eterogenee
L’hypervisor storage di DataCore™ opera con qualsiasi tipo di batterie e dispositivi di storage di qualunque produttore, presentando a VMware vSphere dischi/LUN virtuali gestiti da DataCore.
SANsymphony-V di DataCore porta i benefici dell’accelerazione hardware VAAI a batterie di storage eterogenee, indipendentemente dal fatto che dispongano o meno del supporto nativo VAAI e senza la necessità che i volumi VMFS siano della stessa marca del sistema che ospita i dischi.
Il plug-in VMware vCenter™ Server permette agli amministratori di VMware vSphere
di eliminare facilmente qualunque problema legato allo storage

Le imprese possono ora controllare e pianificare servizi chiave di virtualizzazione dello storage di SANsymphony-V, catturando snapshot e gestendo eventi direttamente dall’interno della VMware vCenter Server Management Platform. Il plug-in software VMware vCenter Server di DataCore è già disponibile per il download da parte di tutti i clienti SANsymphony-V.

Maggiori informazioni sono disponibili sul foglio informativo di DataCore vCenter Plug-in, scaricabile da questo indirizzo: http://pages.datacore.com/SANsymphony-VforVMwarevCenter.html
Test Drive per l’hypervisor storage di Datacore: licenze gratuite per SANsymphony-V
La versione di prova, gratuita per 30 giorni, di SANsymphony-V può essere scaricata da questo indirizzo: www.datacore.com/Software/Closer-Look/Demos.aspx

mercoledì 10 ottobre 2012

DataCore al VMworld Europe 2012 è VMware Ready + VAAI, vSphere Plug-in, SRM + accelerare le applicazioni SAP, SQL Server, Sharepoint,Exchange e Oracle

Stand E634 VMworld Europe 2012 Barcellona Spagna

SANSymphony-V 9 è in grado di accelerare le applicazioni SAP , SQL Server, Sharepoint,Exchange e Oracle



lunedì 1 ottobre 2012

Video: due chiacchiere con Ziya Aral (Chairman di DataCore)

Ieri sono stato in Datacore nei loro uffici di Fort Lauderdale e ho incontrato diversi membri del management team fra i quali c’era Ziya Aral (Chairman e co-fondatore dell’azienda).

Ho registrato un paio di video, uno proprio con lui e che vi ripropongo subito. La sua visione del mondo dello storage è interessante e sicuramente, per certi versi, anche fuori dagli schemi.

giovedì 27 settembre 2012

Virtualizzazione dello storage - DataCore SANsymphony-V 9.0 è cinque volte più veloce

http://www.cbritaly.it/articolo.php?aId=0000000618&n=DataCore+SANsymphony-V+9.0+%E8+cinque+volte+pi%F9+veloce
Abbiamo incontrato il Ceo di DataCore, che ci ha parlato delle origini della società e delle potenzialità della sua soluzione di virtualizzazione dello storage
 
George Teixeira è Ceo e Presidente di DataCore, dinamica società nata nel 1998 da un gruppo di ingegneri che in origine sviluppava tecnologie di I/O ad alta velocità per supportare progetti della Nasa. Specializzatasi in storage dopo i tagli che hanno colpito il programma spaziale USA, CoreData è ora una corporation in pieno sviluppo, forte della sua tecnologia esclusiva.

L’abbiamo incontrato a Milano, in occasione di una serie di annunci che rendono le applicazioni dell’azienda di Fort Lauderdale, in Florida, particolarmente interessanti anche per il nostro Paese. Oggi la sua soluzione di virtualizzazione è infatti ai vertici della classifica Gartner tra le tecnologie strategiche per la capacità di gestire e armonizzare sistemi di storage diversissimi tra loro, comprendendo soluzioni Dell, EMC, Fujitsu-Siemens, Hitachi, HP, IBM, NetApp e altri ancora.
Questa caratteristica di SANsymphony-V rende l’applicazione particolarmente interessante nelle fasi upgrade e integrazione di sistemi con soluzioni diverse, come avviene per esempio nella razionalizzazione dei data center della Pubblica amministrazione.

La versione 9, appena annunciata, è poi particolarmente veloce e cloud oriented.
“I moduli IaaS supportati da SANsymphony-V 9.0 orchestrano il coordinamento dinamico tra le scelte a disposizione degli utilizzatori del servizio e i dispositivi di storage adeguati a rispondere alle loro esigenze,” ha detto Teixeira. “E questo è ciò che permette di evitare il controllo diretto e costante delle attività di storage cloud”.

Secondo Teixeira il nuovo hypervisor consente prestazioni 5 volte superiori nelle app e supporta un carico 5 volte più impegnativo, rendendolo adatto anche per cloud service provider, che potranno sfruttare un contratto di affitto mensile che parte da meno di 500 euro al mese. Consente di rispondere affermativamente alla domanda se è possibile ottenere maggiore velocità dopo un processo di virtualizzazione.

Primi casi in Italia
Marco Frigerio, Regional Manager di DataCore in Italia, ha ricordato i primi casi di successo nel nostro Paese, come l’Istituto Ortopedico Rizzoli, che ha implementato DataCore all’inizio dell’anno sul proprio sistema Oracle, ottenendo vantaggi in termini di business continuity e prestazioni.
La gestione del sistema con SanSymphony-V 9.0 è resa infatti particolarmente agevole ed efficiente grazie all’algoritmo di auto tiering. Le prestazioni migliori, sercondo Frigerio, sono ottenute anche grazie al caching. “La macchina DataCore è un server x86, sul quale si può montare una grande quantità di Ram utilizzabile come cache, mentre in un sistema di storage tradizionale la Ram è limitata”. Inoltre la semplicità di sistema simile rende possibile attivarlo in poche ore.
SANsymphony-V 9.0 è disponibile da luglio in cinque diversi livelli di virtualizzazione, in grado di adattarsi a installazioni di dimensioni molto grandi così come a piccoli programmi pilota o a filiali locali.
Accanto alla soluzione principale DataCore ha reso disponibile anche SANsymphony-V Disk Migration Suite progettata per ridurre in modo significativo le ore, gli sforzi e i downtime necessari a migrare il contenuto dei dischi e le VM tra i dispositivi e i sistemi di storage.

martedì 25 settembre 2012

DataCore SANsymphony-V un hypervisor storage pronto per il cloud: SANsymphony-V 9 è in grado di accelerare le applicazioni SAP , SQL Server, Sharepoint,Exchange e Oracle


Dopo il lancio mondiale a VMworld 2012 approda anche in Italia , accompagnata da George Teixeira, CEO di DataCore Software, la nuova versione di SANsymphony-V. 

George Teixeira, CEO di DataCore Software
DataCore ( sede in Florida, sviluppo software nell’est europeo, due terzi delle vendite in Europa) è nel business della virtualizzazione dello storage da 14 anni e SANsymphony-V è la nona versione del suo prodotto di bandiera.

In sintesi – spiegano in DataCore – come il software di VMware virtualizza risorse di elaborazione e di memoria , il software di DataCore montato su un semplice server astrae e virtualizza le risorse di storage , “ di qualsiasi tipo di storage” come tiene a precisare Marco Frigerio , country manager per l’Italia. SANsymphony –V in ambiente Windows crea uno strato di storage virtuale al di sopra di qualsiasi hardware fisico. Supporta tutti i più diffusi hypervisor, vSphere di VMware in testa , mentre è in grado di integrare vCenter e System Center di Microsoft. Anzi a questo proposito Teixeira preannuncia una versione beta per Windows Server 2012 , mentre il rilascio del prodotto definitivo avverrà nel primo trimestre del prossimo anno: “ Molti clienti stanno aspettando e non hanno fretta. Meglio attendere una seconda versione del prodotto di Microsoft”.
Marco Frigerio , country manager per l’Italia


In un settore , quello dello storage , in cui EMC, Netapp e IBM sono concorrenti difficili da scalzare DataCore propone ai rivenditori , attraverso la distribuzione di Ready Informatica e di Magirus, una soluzione proiettata verso il mondo cloud ( se richiesto ) che prevede diverse funzionalità da storage infrastrutturale : oltre al data pooling, thin provisioning, autotiering a tutti il livelli dalle memorie SSD al cloud anche di Nuvola Italiana ( e di Amazon) , protezione continua dei dati , replica .
Per la sua qualità agnostica sull’hardware si propone anche come un tool di migrazione dei dati da uno storage all’altro senza vincolare l’utente – come la concorrenza basata su hardware – a un scelta definitiva di sistema. Un funzionalità cui i tecnici di DataCore tengono particolarmente è la capacità – presente solo parzialmente ad esempio nello storage di IBM – di gestire in modo automatico tutte le sottostanti procedure di storage e spostando in modo automatico i dati tra i diversi tier in funzione della priorità dei dati e della capacità inattiva del sistema. Ad esempio un’applicazione con un alto numero di accessi in lettura viene spostata verso il tier ad alta priorità.

Su un punto Teixeira è particolarmente chiaro : SANSymphony-V 9 è in grado di accelerare le applicazioni SAP , SQL Server, Sharepoint,Exchange e Oracle. A questo proposito Frigerio inserisce la notizia di un’applicazione in ambiente Oracle RAC presso l’Istituto Ortopedico Rizzoli, mentre preannuncia anche una versione con modalità di pagamento in pay per use adatta a cloud provider e rivenditori desiderosi di offrire un servizio di storage su cloud alla clientela. Il punto è che la nuova versione renderebbe più economica in generale la virtualizzazione del tier 1 dello storage creando le premesse per la creazione di un cloud provato aziendale.

http://www.techweekeurope.it/news/datacore-sansymphony-v-un-hypervisor-storage-pronto-per-il-cloud-45162

mercoledì 19 settembre 2012

ComputerWorld.IT -- DataCore: un hypervisor storage ancora più versatile

La nona versione di SANsymphony-V, software che permette di virtualizzare lo storage, è particolarmente adatta agli ambienti cloud. Il perché lo spiega George Teixeira, fondatore della società

http://www.cwi.it/datacore-un-hypervisor-storage-ancora-piu-versatile-7435
Da pochi mesi è stata lanciata la versione 9 di SANsymphony-V, un hypervisor dedicato completamente alla virtualizzazione dello storage. Per spiegarne la portata innovativa, George Teixeira – CEO, Presidente e fondatore, nel 1998, di DataCore – ha incontrato la stampa italiana. “Lo storage non deve dare problemi e deve essere veloce,” ha detto. “Per questo abbiamo fondato DataCore. Quindici anni dopo possiamo dire di essere riusciti a dimostrare la separazione dell’hardware dal software. Il nostro hypervisor storage si posiziona come soluzione ideale per la cloud. Oggi va di moda il termine BYOD (Bring Your Own Device), mentre in DataCore preferiamo parlare di ‘Bring Your Own Disk’.”

SANsymphony-V è un livello software che garantisce la separazione dei server dal sottostante hardware di storage senza avere impatto negativo sulle applicazioni, ma anzi velocizzandole. Negli anni sono cambiati i parametri di riferimento. All’inizio la soluzione DataCore poteva essere vista come concorrente di Veritas, poi è diventato un prodotto forse un po’ troppo “tecnologico” nella gestione. Oggi il suo utilizzo è molto semplice, con una grande attenzione alle prestazioni negli ambienti virtualizzati. DataCore sfrutta CPU e memoria del server, oltre ad avanzate tecnologie di tiering automatico, per velocizzare le prestazioni applicative fino a cinque volte.

L’obiettivo di SANsymphony-V 9 è quello di soddisfare le esigenze dei data center di grandi dimensioni, dove il numero di componenti e di modelli rende molto complicata la gestione. Il tutto inserito in un contesto in cui è molto difficile prevedere con precisione l’entità dei carichi di lavoro.

Utilizzare SANsymphony-V significa migliorare lo sfruttamento della capacità disponibile (fino a tre volte), incrementare la protezione dei dati, aumentare le prestazioni grazie alle tecnologie di caching e semplificare la gestione dei dati. L’analisi dell’attività dei sistemi di storage, con l’individuazione dei punti critici, permette di riallocare automaticamente i dischi virtuali eliminando così i colli di bottiglia. Nuovi dischi virtuali possono essere creati e resi disponibili con un singolo comando, velocizzando l’operazione di provisioning ed eliminando qualunque necessità di definire parametri tecnici o di conoscere le caratteristiche dell’hardware sottostante.

La scalabilità e la semplicità di questo hypervisor storage lo rendono adattabile a realtà aziendali di qualunque dimensioni, dalle PMI fino alle grandi imprese. In particolare, la sua scalabilità ha permesso di creare un programma completamente dedicato ai Cloud Service Provider, in base al quale SANsymphony-V può essere utilizzato sotto forma di servizio a noleggio.

In Italia la soluzione DataCore è stata scelta dall’Istituto Ortopedico Rizzoli, che è partito dall’esigenza di migliorare la continuità operativa e che ora dispone di un valido sistema di Disaster Recovery e di prestazioni più elevate.

Altre aziende stanno provando a introdurre il concetto dell’hypervisor storage, ma si tratta di soluzioni che impongono liste chiuse di sistemi hardware oppure di soluzioni molto rudimentali che non sono adeguate per accelerare le prestazioni di applicativi di alto livello. DataCore garantisce invece un’elevatissima flessibilità nella scelta dell’hardware (anche i nodi DataCore, basati su macchine x86, possono essere diversi tra loro), mettendo il cliente nelle migliori condizioni per trattare l’acquisizione di nuovo sistemi o periferiche.

martedì 11 settembre 2012

ComputerWorld.IT: La migrazione storage è più semplice con DataCore

La SANsymphony-V Disk Migration Suite mantiene attivi utenti e applicazioni critiche durante i traslochi dei data center, gli spostamenti di VM e gli aggiornamenti


http://www.cwi.it/la-migrazione-storage-e-piu-semplice-con-datacore-7119
La nuova suite di DataCore Software minimizza tempi e costi durante la manutenzione, la migrazione, gli spostamenti dei sistemi offrendo un’operatività aziendale non-stop che mantiene attivi gli utenti e le applicazioni critiche. La SANsymphony-V Disk Migration Suite, disponibile per tutti i fornitori autorizzati e specializzati in soluzioni DataCore, offre l’unione delle licenze software SANsymphony-V e l’accesso al call center di supporto di DataCore, permettendogli di implementare e completare i progetti di migrazione di ogni specifico cliente. Inoltre è disponibile un modello di licenza valido trenta giorni che permette di completare con una spesa contenuta i progetti di migrazione e di trasloco dei data center.

La SANsymphony-V Disk Migration Suite riduce in modo significativo le ore, gli sforzi e i downtime necessari a migrare il contenuto dei dischi e le VM tra i dispositivi e i sistemi di storage. La suite è ideale per l’utilizzo durante gli aggiornamenti dell’hardware, quando aiuta a sostituire le vecchie batterie di storage con nuovi dispositivi, venendo configurata per funzionare su server separati inseriti tra gli host e i sistemi di storage. Per procedere con semplicità a migrazioni “senza interruzioni” è sufficiente una breve impostazione iniziale.

“La SANsymphony-V Disk Migration Suite di DataCore trasforma l’aggiornamento dell’hardware, operazione sempre molto problematica, in qualcosa di veloce, affidabile e semplice”. spiega Augie Gonzalez, Director of Product Marketing di DataCore Software. “Il software intercetta l’accesso ai dischi originali mentre procede in background con la copia del loro contenuto sui nuovi dispositivi di storage”.







lunedì 10 settembre 2012

Partnership tra DataCore e VirtualSharp Software


La virtualizzazione dello storage, area in cui DataCore è specializzata, e l'automazione del Disaster Recovery, il settore di competenza di VirtualSharp Software, saranno integrate in modo da raggiungere un nuovo livello gestionale nel Disaster Recovery.

http://www.impresacity.it/news/14531/partnership-tra-datacore-e-virtualsharp-software.html   Partnership tecnologica tra DataCore Software e VirtualSharp Software. In base all'accordo, la virtualizzazione dello storage, area in cui DataCore è specializzata, e l'automazione del Disaster Recovery, il settore di competenza di VirtualSharp Software, saranno integrate in modo da raggiungere un nuovo livello gestionale nel Disaster Recovery: la garanzia del Disaster Recovery.

"Avere una continuità operativa affidabile e priva di interruzioni è oggi un imperativo assoluto, indipendentemente dalle dimensioni aziendali o dal mercato in cui si opera," ha dichiarato Carlos M. Carreras, vice president of Alliances and business development di DataCore Software. "Le Pmi, gli operatori di cloud private e anche le grandi imprese hanno bisogno di poter eseguire il ripristino dopo un disastro IT senza perdere nessun dato. Insieme a VirtualSharp potremo offrire sulla cloud una garanzia totale, eliminando qualsiasi preoccupazione per gli amministratori IT, che avranno la certezza della protezione e del recupero delle loro informazioni."

"I benefici della virtualizzazione oggi si estendono anche allo storage, e l'hypervisor storage di DataCore rende lo storage più efficiente e agile per migliaia di aziende di tutto il mondo," ha detto Carlos Escapa, co-fondatore e Ceo di VirtualSharp Software. "Allearci con DataCore Software per semplificare e per rendere più sicure e affidabili la continuità operativa e il Disaster Recovery è stata una logica decisione".

L'hypervisor storage DataCore SANsymphony-V mette a disposizione dei clienti solide fondamenta per la continuità operativa e offre una virtualizzazione dello storage potente, indipendente dai dispositivi e distribuita a livello infrastrutturale. Questa soluzione consente di gestire ambienti di qualunque dimensione e di rendere velocemente disponibili infrastrutture di storage agili e scalabili, oltre a permettere la replicazione asincrona su siti remoti dedicati al Disaster Recovery. Le procedure di Disaster Recovery possono essere periodicamente sottoposte a test e verificate senza disturbare le attività di produzione su altri punti dell'ambiente di storage. Allo stesso modo, il software consente di riattivare velocemente un sito temporaneamente sospeso eseguendo una rapida risincronizzazione.

ReliableDR di VirtualSharp Software automatizza il test del Disaster Recovery garantendo all'interno delle cloud il failover e il failback alla semplice pressione di un tasto. Priva di ingombri fisici o di impatti negativi sull'ambiente di produzione, questa soluzione lavora con l'hypervisor storage SANsymphony-V per creare snapshot application e service-aware dal funzionamento garantito su un sito dedicato al Disaster Recovery, semplificando il raggiungimento dei Recovery Point Objectives (RPO) e dei Recovery Time Objectives (RTO).



martedì 21 agosto 2012

Ma come funziona? Auto-Tiering

Auto-tiering

Sono finiti i tempi in cui un server era dedicato a una singola applicazione. Con la virtualizzazione di server e desktop si è reso necessario l’auto-tiering per lo storage, perché la mole di carichi di lavoro diversificati è diventata così elevata che le operazioni per ottimizzare la loro allocazione sui dischi sono insostenibili. E la complessità aumenta con l’aumentare del numero delle macchine virtuali…
DataCore Automated Storage Tiering fa fondamentalmente 2 cose:
  1. dedica lo spazio storage più preformante a dati e applicazioni suscettibili a picchi di lavoro
  2. evita che spazio storage ad alte prestazioni sia destinato a contenuti utilizzati di rado
Il bello è che lo fa da solo.

Ma come funziona?

DataCore auto-tiering vede il data center come un insieme di piccoli pezzi: i pezzi rossi sono i più importanti, utilizzati di frequente e che richiedono alte prestazioni; quelli blu i meno utilizzati e i gialli una via di mezzo fra rossi e blu. Auto-tiering agisce silenziosamente per collocare ogni pezzo nell’hardware giusto.

Per garantire prestazioni ottimali, DataCore auto-tiering agisce a livello granulare: mentre si può avere un database di grandi dimensioni associato a una o più unità disco, auto-tiering favorisce solo i pezzi del database che meritano dischi più veloci.
Questo comportamento “adattivo” migliora la risposta delle applicazione che richiedono più prestazioni.

Il concetto di caching adattiva

Mentre resta acceso il dibattito sulla distinzione fra migrazione e caching, come se l’una escludesse l’altra, DataCore vi offre entrambe, lasciandovi l’opzione di annullarle per specifici dischi quando necessario.
La caching adattiva SANsymphony-V accelera la velocità di scrittura e lettura di ogni disco del pool storage, anche di quelli più lenti.

L’auto-tiering in un’azienda che potrebbe essere la tua

Per apprezzare il risparmio che si ha con l’auto-tiering bisogna prendere in considerazione il rapporto prezzo/prestazioni fra le tre classi di dischi più diffuse oggi. I dischi allo stato solido (SSD) offrono le prestazioni migliori con un buon rapporto qualità/prezzo; poi ci sono i dischi SAS e, infine, i più economici: i dischi SATA.
I dischi SSD sono da 25 a 100 volte più veloci dei SAS HDD, a un costo per gigabyte superiore di 15/20 volte. In parole povere, 1 solo SSD PCI I/O può fare le veci di 320 SAS HDD: 300 volte meno hardware da mantenere, condizionare e controllare.
Nella Figura 1 è rappresentata una possibile configurazione aziendale che include le 3 le classi storage che abbiamo considerato: il 5% sono dischi SSD (Tier 1), il 35% SAS (Tier 2), il 60% SATA (Tier 3).

    Possiamo convenire sul fatto che non si vogliono “sprecare” le potenzialità e il capitale investito negli SSD per gestire blocchi raramente utilizzati. Quindi il software DataCore manterrà le informazioni meno attiva sull’hardware che costa meno, i dischi SATA corrispondenti al Tier 3. Allo stesso modo, quando l’algoritmo dell’auto-tiering rileva un utilizzo frequente di certi blocchi, li sposta automaticamente nell’SSD / Tier 1.
    In questo modo:
    • gli SSD riducono in maniera sostanziale il numero di HDD necessari per operazioni di I/O impegnative
    • gli HDD vanno bene per operazioni di I/O standard
    Il software di virtualizzazione storage di DataCore consente di definire i livelli (Tier) in base alla fascia di prezzo/prestazioni che definite voi. Potete impostare fino a 16 livelli, ordinando il pool di storage come volete, assegnando a ogni elemento un Tier. In caso di acquisto di nuovo storage, lo si può collocare al livello più alto, facendo slittare tutto il resto un gradino più in basso, anche se costava di più.

    Alcune doverose precisazioni sull’auto-tiering

      • DataCore auto-tiering funziona in una miriade di scenari di data center: completamente o parzialmente virtualizzati, cloud privati o pubblici, ambienti fisici, eccetera
      • Lavora non solo con differenti tecnologie disco, ma anche con modelli di storage incompatibili fra loro, indipendentemente dal produttore
      • Il software DataCore auto-tiering si implementa all’esterno del sistema storage e non richiede hardware particolare
      • A differenza dei vecchi sistemi di gestione gerarchica HSM, auto-tiering funziona rigorosamente on-line con dischi storage attivi, e opera a livello di blocco. Niente in comune con file system o database.